Pyongyang attacca Israele: ‘hanno armamenti nucleari illegali, coperti dagli Usa’

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:41

La Corea del Nord ha accusato Israele di essere ‘l’unico possessore illegale’ di armi atomiche che potrebbero minacciare la pace in Medio Oriente e ha minacciato Tel Aviv con una ‘enorme punizione’ dopo che il ministro israeliano della Difesa ha parlato della leadership di Pyongyang come di un ‘gruppo pazzo e radicale’. Nel corso di un’intervista a Walla Avigdor Lieberman non ha usato mezzi termini per dire la sua opinione sul leader della Corea del Nord Kim Jong-un definendolo un ‘pazzo’ responsabile di un gruppo ‘pazzo e radicale’ che ‘mina la stabilità globale’. Il ministro della difesa israeliano ha poi aggiunto che Pyongyang, con i suoi recenti test nucleari, ha superato la ‘linea rossa’. Per tutta risposta dalla Corea del Nord sono arrivate parole durissime, promettendo una punizione ‘mille volte superiore a chiunque osi mettere in discussione la dignità della sua leadership suprema’, e definendo ‘sordide e malvage’ le osservazioni di Lieberman. Ma non solo: ‘Israele – hanno aggiunto dalla Corea del Nord – è l’unico possessore illegale di armi nucleari in Medio Oriente, sotto il patrocinio degli Stati Uniti’.

Pyongyan ha aggiunto che Israele, in virtù di una politica ambigua e del fatto che non abbia mai confermato o negato pubblicamente di possedere testate nucleari, è ‘colpevole di reati contro l’umanità’ e che ‘cerca di dominare la regione ed opprimere i Palestinesi’. Alcuni politici isrealiani si sono schierati contro le parole di Lieberman, sottolineando che il Paese ha già abbastanza nemici per crearne ulteriori con dichiarazioni sconsiderate. “Abbiamo abbastanza nemici, cerchiamo di concentrarci su di loro”, ha dichiarato Mp Shelly Yachimovich della Zionist Union su Twitter. L’ex ministro della difesa Moshe Ya’alon invece, sempre su Twitter, ha sottolineato: ‘il ministro chiacchiera irresponsabilmente della Corea del Nord’.

Daniele Orlandi