Nuovo terremoto nelle Filippine: sisma di magnitudo 5.3 al largo di Taiwan

terremoto filippineAncora momenti di paura nelle Filippine, in seguito ad una intensa scossa di terremoto registrata poche decine di minuti fa, come riportato dal China Earthquake Network Center. Secondo le prima informazioni il sisma avrebbe toccato una magnitudo del grado 5.3 della scala Richter e avrebbe avuto l’epicentro al largo di Taiwan, con 21.68 gradi di latitudine nord e 121.54 gradi di longitudine est, ma non è chiaro con quanta intensità sia stata avvertita sulla terraferma. Certo è che non si tratta di un periodo propriamente tranquillo per le filippine, dopo che il sud del Paese è stato letteralmente scosso, lo scorso sabato, da un sisma di magnitudo 7.2 della scala Richter che ha provocato danni piuttosto seri agli edifici pubblici e privati e provocando il ferimento di due persone secondo quanto riportato dai media locali e dalle autorità di Manila. Centinaia di persone, spaventate, hanno abbandonato le loro case rimanendo all’esterno degli edifici per diverse ore prima di farvi rientro. Non è al momento chiaro se questo sia avvenuto anche con l’ultima scosa di poco fa, data la sua intensità inferiore.

In quel caso l’epicentro è stato localizzato al largo delle coste dell’isola di Davao, ad una distanza di 31 chilometri dalla città di Balangonan, nel sud dell’Arcipelago e a 53 da Sarangani. L’istituto sismologico americano Usgs ha anche rilevato l’orario del terremoto, ovvero le 4.30 circa, le 22.23 italiane, con ipocentro a 10 km di profondità: a quel sisma hanno fatto seguito altre scosse di assestamento di minore intensità ma comunque avvertite distintamente dalla popolazione.

Daniele Orlandi