Roma, ancora un femminicidio: uccide la compagna e si consegna ai Carabinieri

Un’altra giornata all’insegna del femminicidio, quella apertasi stamane a Roma, dove un uomo ha ucciso la propria compagna colpendola ripetutamente alla testa con un oggetto contundente e poi si è consegnato di propria spontanea volontà alle forze dell’ordine.

La vittima, una donna di 47 anni, abitava in vicolo del Babuino, nel pieno centro città, assieme al convivente, un uomo di 55 anni. Quando i militari sono accorsi in casa della coppia hanno trovato il corpo della donna riverso ne letto, ma l’impressione che ne hanno subito avuto è che il cadavere fosse stato trascinato lì da un’altra stanza. Con ogni probabilità l’omicida le si è sdraiato accanto sino alle 5:45, ora in cui si è poi presentato alla caserma dei Carabinieri. Ancora tutta da ricostruire la dinamica esatta dell’accaduto. Sul posto sono interventi gli agenti del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale, che hanno proceduto ai rilievi scientifici.

L’orario del decesso sarà comunque evinto dall’esame autoptico già disposto dalla magistratura. Immediate le manette per l’uomo, che è stato preso in custodia dai militari e condotto nel carcere di Rebibbia in attesa di essere processato.