La Cina ai suoi cittadini: “Se Kim Jong-un continua a provocare gli USA, lasciate la Corea del Nord”

La Cina ha sollecitato entrambe le parti della controversia che sta interessando la zona nordcoreana a stare tranquilli e “smettere di irritarsi” e ha detto ai suoi cittadini residenti o domiciliati in Corea del Nord di lasciare il Paese nel caso Kim Jong-un insista nel suo atteggiamento e arrivi a provocare un attacco statunitense.

Gli Stati Uniti hanno sollecitato la Cina a fare di più per far sì che i programmi nucleari e i missili dei vicini nordcoreani diventino una minaccia sempre meno concreta.

Donald Trump non sembra molto incline alla politica della “pazienza”: gli USA hanno infatti inviato un vettore aereo a corrente nucleare nelle acque coreane, oltre ad un paio di bombardieri strategici americani che hanno cominciato le esercitazioni di addestramento, a coronamento dell’ennesima dimostrazione di forza.

In risposta a questo, il portavoce del Ministero degli Esteri cinese Geng Shuang ha sottolineato che la situazione può ritenersi “molto complessa” e sensibile.

“L’incarico urgente è quello di abbassare i toni e riprendere i colloqui – ha detto Shuang – Invitiamo ancora tutte le parti interessate a rimanere calme e ad esercitare la loro limitazione, smettere di irritarsi reciprocamente, lavorare duramente per creare un’atmosfera di vicinanza tra tutte le parti e cercare al più presto un ritorno al corretto percorso del dialogo e della negoziazione”.