La Corea del Nord avverte la Cina: “Se i nostri rapporti s’interromperanno ci saranno conseguenze gravi”

Dopo che i giornali ‘People’s Daily‘ e ‘Global Times‘ hanno pubblicato un approfondimento sulla posizione della Corea del Nord per quanto riguarda i test e gli armamenti nucleari, definendo la politica di Pyongyang: “Irrazionale”, il governo del paese asiatico, questa mattina, ha avvisato la Cina che ci saranno gravi conseguenze se decideranno di tagliare improvvisamente gli accordi economici vigenti tra le due nazioni.

Il duro messaggio della Corea del Nord è stato trasmesso dalla Korean Central News Agency, agenzia di comunicazione ufficiale del paese e voce ufficiale del leader coreano Kim Jong-un, in questo veniva specificato che: “La Repubblica Democratica di Corea non deve pregare nessuno affinché permanga un rapporto amichevole con la Cina, né rischiare il proprio programma nucleare che è prezioso come la sua stessa esistenza, non importa quanto sia fruttuosa questa amicizia“.

Al già chiaro messaggio proposto nell’editoriale viene aggiunta una frase che suona come una vera e propria minaccia: “La Cina deve smetterla di testare i limiti della Corea del Nord… deve ponderare meglio le gravi conseguenze che comporterebbe l’incosciente atto di interrompere i rapporti commerciali i tra i due paesi”.

All’ammonimento di Pyongyang ha subito risposto il ministro degli esteri cinese Geng Shuang affermando che la politica della Cina riguardo al nucleare ed al disarmo della penisola è chiaro e fermo. L’obiettivo di Pechino, spiega ancora il ministro, è quello di puntare a risolvere le controversie con il dialogo e non con l’uso della forza o delle minacce ed ha concluso specificando come il disarmo totale aiuterebbe questo processo di confronto verbale.

Shuang ha poi chiarito la posizione del governo cinese riguardo al mantenimento dei rapporti commerciali dicendo di non avere intenzione di tagliare fuori nessuno, queste le parole precise riportate da ‘Reuters‘: “La posizione della Cina riguardo lo sviluppare rapporti di amicizia e buon vicinato con la Corea del Nord è chiara e decisa“.