Inghilterra, senzatetto cacciato dall’ingresso di un club con acqua e candeggina

Una discoteca di Doncaster, in Inghilterra, è finita al centro di un’aspra polemica dopo che in rete hanno cominciato a circolare delle immagini nelle quali si vedevano i beni personali di un senzatetto inzuppati d’acqua.

Un’azione che, a detta di alcuni testimoni, aveva l’evidente intento di allontanare in malo modo l’uomo, accusato di essere di disturbo all’entrata della clienti nel locale. Secca la mentita dei gestori del club: “Sabato scorso- dichiarano. il Rock-a-Hula tiki bar è stato coinvolto in un incidente riguardante un uomo senza fissa dimora. L’acqua usata è stata usata per pulire i residui di vomito presenti sul marciapiede, ma il senzatetto, che era li vicino, ha creduto che fosse indirizzata a lui ed ha iniziato a minacciare uno dei proprietari del bar, credendo fosse un buttafuori, con una bottiglia di birra”.

“Per contro- continuano i gestori- ci vediamo costretti a specificare che l’uomo in questione è da tempo un grosso fastidio per noi, dato che tutti i giorni siamo costretti a pulire la spazzatura che lascia in giro, così come le sue siringhe, aghi, bottiglie rotte  e persino feci umane. Poi, quando l’incidente è stato diffuso sui social da uno dei passanti (che non aveva visto tutto lo svolgimento dei fatti, ma solo il sacco a pelo bagnato), tutti hanno creduto che avessimo colpito l’uomo con acqua bollente e candeggina”.

Immediata, però, arriva la contro smentita da parte di uno dei presenti: “Ho visto dell’acqua volare in direzione dell’uomo- dichiara un testimone-. Hanno detto che minacciava i presenti con una bottiglia, ma io l’ho visto seduto. Mi è stato anche detto che questo genere di cose accadono da tempo, ma che la polizia non fa nulla in merito.”