“Tour 3d fra le strade di Pyonyang”: impazza il progetto di una startup svedese

E’ stato tacciato di essere una sofisticata opera di propaganda da parte del governo di Pyongyang, il nuovo progetto di tour 3d della capitale nordcoreana messo sul mercato da una start-up svedese, eppure i suoi creatori negano recisamente ogni accusa.

Un progetto delicato e rischioso, nato dal momentaneo interesse internazionale per il regime di Kim Jong-un, che da la possibilità di ‘camminare’ per le strade della Corea del Nord grazie ad un paziente lavoro di assembramento di video differenti. In tal modo, indossando delle semplici visori tridimensionali, diventa possibile passeggiare fra i palazzi di Pyongyang ed ammirare le statue di Kom Il-sung e Kim Jong-Il  presenti nella piazza Mansu Hill. Oppure la pista di pattinaggio in Piazza Kim Il-sung. Come in un tour vero e proprio, i turisti, seppur virtualmente, possono spaziare all’interno della città.

Spiega Marcus Olsson, l’amministratore delegato della start up Scene There che ha inventato questo progetto: “La nostra tecnologia collega insieme video provenienti da luoghi diversi unendoli in un’unica realtà virtuale, dove lo spettatore può scegliere cosa fare.”

Olsson, che si è recato in Corea del Nord nel corso dello scorso settembre, ha confessato di essere rimasto molto sorpreso dalla rigidezza dei controlli all’interno del Paese: “Ho portato li le mie telecamere per fare delle riprese- ha dichiarato-,  ma ci siamo subito accorti che non eravamo soli. C’è stato anche vietato di filmare uno spettacolo acrobatico in un circo.” Ecco perchè la trovata appare invitante. Poter visitare un luogo tanto lontano ed inaccessibile sembra essere una possibilità che i più non potranno mai avere.