Ancora speranza per Angela Celentano, la bimba di 3 anni scomparsa nel 1996

Il 10 Agosto del 1996 la famiglia Celentano, insieme a tantissime altre famiglie, si trovava a fare un pic-nic sul monte Faito, in località Vico Equense, in provincia di Napoli.

Dopo aver trascorso la mattinata a giocare con gli altri bambini, la piccola Angela si trova insieme ai suoi genitori durante l’ora di pranzo; il padre che aveva parlato con la piccola fino a qualche minuto prima, la chiamò per sapere se avesse ancora fame, ma di lei non vi era più traccia. Dopo lunghe ricerche insieme alle altre famiglie, decisero di chiamare i carabinieri che perlustrarono il luogo con tutti i mezzi possibili (unità cinofila, elicotteri, cavalli, cani volpe…) ma senza alcun risultato.

A distanza di 21 anni una ragazza messicana, di nome Celeste Ruiz, dice di essere Angela Celentano e, la madre della piccola scomparsa crede che sia possibile visti i tratti somatici così rassomiglianti a quelli di tutta la famiglia. Così durante la trasmissione ‘Quarto Grado-La domenica‘ il padre di Angela chiede ai giornalisti della trasmissione che la ragazza della foto (Celeste Ruiz) venga cercata e trovata affinché le si possa effettuare il test del DNA per avere la certezza che sia davvero lei la piccola Angela.

Il governo messicano, dal canto suo, ha provveduto a porre una ricompensa di 3 milioni di pesos (circa 144 mila euro) per chiunque abbia delle informazioni utili riguardo il ritrovamento della ragazza.

Mario Barba