Morto suicida il chitarrista Romano Trevisani, il ricordo di Gianna Nannini e Eugenio Finardi

Si è tolto la vita a 64 anni il chitarrista italiano Romano Trevisani. L’artista ha deciso di porre fine alla sua esistenza sparandosi in testa all’interno della sua auto parcheggiata in Via da Palestrina, poco lontano dalla sua abitazione.

Trevisani era originario di San Lazzaro di Savena ed era conosciuto per le sue collaborazioni, dagli anni Ottanta, con Gianna Nannini (con lei aveva suonato nel tour di Latin Lover), Loredana Bertè, Vasco Rossi, Eugenio Finardi (nel 1983 era salito con lui sul palco del tour “Strade” e l’anno seguente inciso l’album “Colpi di fulmine”), Andrea Mingardi e gli Stadio, con i quali aveva registrato l’album “Canzoni alla Stadio” e  partecipato ad alcuni concerti nel 1988.

Negli ultimi tempi pare stesse passando momenti difficili a causa di problemi economici. In casa un biglietto d’addio e un saluto agli amici del bar.

Proprio tutti questi artisti che hanno condiviso il palco con lui hanno voluto ricordarlo con un pensiero. “Ti rimando i brividi che mi hai dato e anche quelli di oggi perché ti ho sempre voluto bene.’ Aldilà di tutto si suona sempre, ti abbraccio nel volo”, ha scritto Gianna Nannini sul suo profilo Facebook. “L’avevo rivisto a Bologna l’anno scorso… Sono senza parole. Che tu possa finalmente trovare pace Romano”, ha invece scritto Eugenio Finardi.