Migranti, previsti 200mila arrivi nel 2017. Il Governo: “Ogni regione dovrà fare la sua parte”

I migranti che sono sbarcati in Italia dal 1 gennaio fino ad oggi sono 43.245, un numero del 38% superiore rispetto a quello dell’anno scorso. Secondo il ministero dell’Interno, è probabile che da qui a dicembre possa arrivare fino a 200mila stranieri in Italia. E quindi il piano del Governo è uno: cercare di far sì che ogni Regione ne accolga un numero minimo inderogabile. “L’Italia si prepara ad accogliere la cifra record di 200mila migranti. Il nuovo piano di ripartizione è pronto. Ciascuno dovrà fare la propria parte” si comunica del Governo.

Ma la situazione potrebbe diventare molto problematica. In Italia nel 2016 sono arrivate 180mila persone. 179mila stranieri si trovano nei centri di accoglienza dislocati su tutto il territorio nazionale. Ogni Regione, sulla base degli accordi firmati nel 2014, deve accogliere un numero di migranti proporzionale alla quota di accesso al Fondo italiano per le politiche sociali.

Il piano per la ripartizione dei migranti è già scattato. L’ANCI ha detto che “Oggi i sindaci stanno facendo la loro parte e questo grazie a una nuova modalità di contrattazione territoriale: non più migranti catapultati di imperio dai prefetti sui territori comunali, ma una distribuzione concordata con gli amministratori locali”. Nessuna imposizione, quindi, è il segreto per evitare di esasperare le tensioni sociali.