Usa, torturarono il figlio e lo diedero in pasto ai maiali: coppia condannata all’ergastolo

Sono stati condannati all’ergastolo, i due genitori che nel novembre scorso erano stati arrestati con l’infamante accusa di aver percosso a morte uno dei loro figlie e di averne poi gettato i resti in pasto ai maiali.

Questa tragica vicenda arriva da Piper, in una cittadina distante pochi chilometri da  Kansas City.Michael A. Jones, 44 anni, e sua moglie Heater, 29, vivevano assieme ai loro 7 figli in una piccola villetta di proprietà e in quella fatidica notte furono raggiunti da una pattuglia di agenti contattati da alcuni vicini, preoccupati per le urla provenienti dalla loro proprietà. Quando i due poliziotti arrivarono sul posto, insospettiti dal degrado nel quale la famiglia viveva, decisero di procedere con un’ispezione dell’appartamento, trovando così i resti del piccolo Adrian nella mangiatoia dei maiali che la famiglia possedeva nel terreno attiguo.

La madre biologica del bambino  ne aveva perduto l’affidamento due anni prima, ed oggi si dichiara sconvolta da quanto accaduto. Nella casa sono state trovate numerose fotografie che documenterebbero i costanti abusi ai quali è stato sottoposto il piccolo Adrian nel corso della sua vita. E così lunedì scorso, il giudice ha inferto la pena più alta prevista dall’ordinamento giuridico per entrambi. “La giovane vita tormentata di questo bambino- ha dichiarato- è uno dei casi peggiori che mi sia mai capitato di vedere nel corso della mia vita.”