Emilio Fede rischia 4 anni e 9 mesi di carcere: foto hard e ricatti agli esponenti Mediaset

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:46

Silvia Perrucci, pm di Milano, ha richiesto 4 anni e 9 mesi di carcere per l’ex direttore del Tg4 Emilio Fede per estorsione,tentata estorsione e violenza privata.

Secondo l’accusa, Emilio Fede avrebbe fatto ritoccare delle foto a Gaetano Ferri ed altre due persone, Maria Amedeo e Michela Faioni, che ritraevano il direttore dell’informazione di Mediaset, Mauro Crippa, in compagnia di un transessuale e mentre fa uso di cocaina.

Nel Marzo del 2012 Emilio Fede fu licenziato da Mediaset con una buonuscita del valore di 820 mila Euro e tre anni di collaborazione.

Secondo il pm milanese però: “La transazione è stata giustificata dai legali di Mediaset come un modo per evitare ripercussioni giudiziarie sul licenziamento in tronco di Fede. Ma affermare che la trattativa fosse legittima e condotta senza nessun condizionamento è una ricostruzione parziale. E’ stata una trattativa inquinata dalle pressioni e minacce effettuate certamente su Crippa e probabilmente anche sul presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri“.

L’accusa di violenza privata è dovuta ad alcuni SMS che l’ex direttore avrebbe mandato a Gaetano Ferri per fare in modo di estorcere 2 milioni di Euro a Silvio Berlusconi per evitare la diffusione delle foto di Mauro Crippa.

Al momento Emilio Fede risponde alle accuse con: “E’ tutto falso“.

Mario Barba