Massacra di botte la moglie, la figlia di 10 anni chiama i carabinieri e lo fa arrestare

A soli 10 anni, una bambina di Poggibonsi, provincia di Siena, ha contattato i carabinieri per avere aiuto perché il padre stava picchiando la madre, e l’aveva anche minacciata con un coltello da cucina. La famiglia abita a San Gimignano. L’uomo e padre della bimba, Y.A., di 35 anni, cittadino albanese, aveva colpito la moglie, anche lei albanese e 34enne. L’uomo aveva già avuto dei precedenti, usava picchiare la moglie e questa volta addirittura l’aveva minacciata con un coltello.

A questo punto la figlia della coppia, di soli 10 anni, ha composto il 112 ed ha chiamato i carabinieri; i militari hanno potuto udire in sottofondo le urla della donna che chiedeva aiuto, e nel giro di qualche minuto erano già sotto la casa. La donna è stata portata in ospedale, le sue contusioni sono guaribili in 7-10 giorni. Ferita lievemente anche la sorella della moglie che si trovava in casa in quel momento, e che ha provato a difendere la sorella.

L’uomo è stato denunciato per maltrattamenti in famiglia, ed arrestato anche per lesioni e per minacce gravi. Ora si trova nel carcere di Siena a disposizione della Procura. Secondo le testimonianze dei vicini la famiglia si era integrata molto bene nel tessuto sociale, aveva due figli e nessun problema economico. I problemi sono iniziati quando la donna ha voluto lasciare il marito.