Messico: militare uccide civile disarmato con colpo alla nuca

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:18

Un militare messicano è stato filmato dalle telecamere di sicurezza mentre uccide un uomo sdraiato in terra sparandogli un colpo in testa.

Le immagini sono finite immediatamente sui maggiori media nazionali ed hanno suscitato molta indignazione nel Paese. Secondo quanto riportato dalle autorità, il fatto è avvenuto lo scorso 3 maggio nella città di Palmarito, nello stato di Puebla. Proprio quella notte, infatti, era in corso un fitto scontro a fuoco con dei malviventi locali, legati probabilmente al narcotraffico, che ha causato la morte di 10 persone (tra le quali 4 militari) e il ferimento di altre 12 (11 militari ed un agente di polizia). Quattordici persone, invece, sono state arrestate a vario titolo.

Il filmato in questione mostra dei soldati circondare un’autovettura, dalla quale vengono fatti scendere tre uomini, disarmati. Seguendo la procedura di sicurezza, i sospettati vengono fatti sdraiare in terra davanti al mezzo. Uno di loro, quello che da li a breve verrà ucciso, è ferito. Poi un militare, per ragioni ancora tutte da accertare, rivolge la propria arma contro l’uomo in terra ed apre il fuoco, uccidendolo con un colpo in testa.

Il ministero della Difesa messicano ha accettato di collaborare con le indagini al fine di assicurare il responsabile al giudizio dei magistrati e di garantire che il personale militare non commetta atti contrari ai diritti umani, ma ha anche sottolineato come il Messico stia attraversando una lenta ed inesorabile escalation di violenza. Secondo un rapporto pubblicato lo scorso martedì, il Paese sud americano è il secondo al mondo per morti violente, preceduto soltanto dalla Siria. Gravi ed in aumento paiono anche essere le disuguaglianze sociali e la povertà di gran parte della popolazione.

A seguire il video in questione:

Giuseppe Caretta

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!