Rintracciata Celeste Ruiz, test Dna conferma: “Non è Angela Celentano”

Si chiude con un nulla di fatto, il filone d’inchiesta messicano sulla giovane donna sospettata di essere Angela Celentano, la piccola scomparsa sul monte Faito a Vico Equense.

Secondo quanto dichiarato dallo stesso procuratore di Torre Annunziata, Sandro Pennalisco, la donna identificata come Celeste Ruiz non sarebbe affatto la bambina che l’Italia intera cerca ormai da svariati anni. La Ruiz si sarebbe infatti sottoposta al test del Dna, ed i risultati ottenuti avrebbero sconfessato la speranza che si fosse finalmente giunti a ritrovare la piccola Angela. Le lunghe e complesse indagini per rintracciare la donna, vittima di un clamoroso furto di identità, sono state coordinate dal procuratore aggiunto Pierpaolo Filippelli e dal sostituto procuratore Sergio Raimondi, e sono quindi giunte ancora una volta ad un avvilente vicolo cieco.

Non si conoscono ancora i motivi per i quali la foto che ventilava l’ipotesi che Celeste Ruiz fosse in realtà Angela Celentano sia stata diffusa da un indirizzo di posta elettronica fasullo. Fatto sta che i media messicani avevano dato ampio risalto alla notizia, offrendo inoltre una lauta ricompensa per chiunque avesse saputo offrire maggiori dettagli sul luogo di dimora della donna. Il mistero della drammatica sparizione della piccola resta, dunque, ancora insoluto.