Spagna, ritirato tonno tossico: “Attenzione anche in Italia, Germania e Portogallo”

L’azienda spagnola Garciden avrebbe introdotto sul mercato delle partite di tonno la cui assunzione potrebbe scatenare delle forme di intossicazione.

A renderlo noto è lo stesso Ministero della Sanità iberico, il quale ha proceduto a diramare un comunicato nel quale invita i cittadini europei, in special modo quelli di Germania, Portogallo ed Italia, mercati nei quali la società in questione ha un più ampio approdo, a verificare l’etichettatura dei tranci di tonno freschi acquistati fra il 25 aprile ed il 5 maggio. Nel caso in cui il prodotto dovesse risultare appartenente alla Garciden, il consiglio è quello di evitarne assolutamente l’assunzione. Sono infatti già 40, i casi di intossicazione registrati negli ultimi due giorni, il che farebbe pensare ad una partita nella quale sarebbero presenti dosi più alte di istamina, la molecola che solitamente è responsabile dell’insorgere di fenomeni allergici.

Nei casi fino ad ora segnalati, comunque, non si registra alcun ricovero ospedaliero, ma i soggetti interessati avrebbero riportato sintomi che vanno dall’irritazione alla gola o alla pelle, alla nausea, al vomito, al sudore e alla cefalea. In caso di ingerimento accidentale del prodotto interessato, le autorità consigliano di rivolgersi immediatamente al proprio medico o, in caso di bisogno, direttamente ad una struttura ospedaliera.