Pedofilo cerca di incontrare una ragazzina: incastrato dal gruppo ‘Dark Justice’

Pedofilo incastrato da Dark JusticeHa tentato di adescare una minorenne ma è finito nelle mani del gruppo ‘Dark Justice‘. Richard Oglesby, 26 anni, è stato ‘catturato’ dai cacciatori di pedofili che si sono fatti trovare all’appuntamento che il ragazzo, già accusato di pedofilia in passato, aveva dato a quella che credeva essere una ragazzina di 13 anni di nome Hayley. Minorenne che aveva approciato qualche tempo prima in chat passando da un sobrio scambio di messaggi a frasi sempre più spinte ed esplicite.

 

Prima ha chiesto alla giovane se volesse compagnia a letto, chiedendole poi se fosse vergine ed inviandole una foto del suo pene, chiedendole se le piacesse. Ma non contento Oglesby ha organizzato anche un incontro con la minorenne ma al suo arrivo nel luogo prestabilito non ha trovato una minorenne, bensì alcuni uomini del gruppo nato per stanare l’attività dei pedofili online che, telecamera alla mano, lo hanno ripreso e fotografato, cogliendolo in flagrante. Le immagini del pedofilo, già condannato nel 2011 dalla Newcastle Crown Court per aver incontrato una ragazza conosciuta su Facebook della quale aveva abusato sessualmente, sono così finite sul web insieme agli screenshot delle sue conversazioni con la minorenne.

 

E’ stato condannato a due anni di reclusione e alla firma per 10 anni del registro dei molestatori sessuali, nel quale viene inserito chiunque sia stato messo in libertà condizionale, in libertà vigilata o venga recluso per molestie sessuali. Il giudice Amanda Rippon gli ha detto: ‘avevi iniziato la conversazione con quella che avevi capito essere una ragazzina di tredici anni. Le conversazioni, dopo le prime settimane, sono cambiate e tu hai deciso di chiederle se fosse vergine e se volesse compagnia a letto, pur sapendo che era sbagliato. Dicevi di volerla incontrare, baciare, coccolare, sapevi che era sbagliato ma hai continuato a farlo”.

Daniele Orlandi