Australia, corsia della piscina con le tende per ‘garantire privacy’ delle donne musulmane

In Australia, ad Auburn, le autorità locali hanno deciso che nella piscina pubblica verranno messe delle tende in una corsia, ufficialmente per ‘garantire la privacy’ delle donne di religione islamica. La decisione sarebbe stata presa per incoraggiare le donne musulmane a partecipare alle attività sportive; dato che non vogliono essere viste mentre nuotano, perché secondo la loro religione queste attività possono essere fatte fra sole donne. Inoltre le donne musulmane non possono indossare il costume e devono indossare il burkini.

Il manager della struttura Anthony McIntosh ha detto che “Prima di installare le tende abbiamo fatto molte ricerche. E abbiamo capito che c’erano alcuni gruppi di clienti che volevamo fare sentire a proprio agio”. Questa iniziativa aiuterà, secondo i promotori, a superare ‘le barriere culturali’.

Non solo, dalla fine di aprile la struttura ha deciso di mettere a disposizione delle lezioni di nuoto per sole donne. E dalle 15 alle 17 della domenica pomeriggio, niente uomini in piscina per rispettare la cultura delle donne musulmane.
La scelta dell’Australia non è l’unica. In Italia a Sesto San Giovanni era stato istituito nella piscina pubblica un corso solo per donne, su richiesta della comunità islamica del luogo.