Colombia, serie di esplosioni nel porto di Cartagena: sei morti, ventitré feriti

Una serie di grandi esplosioni ha colpito il porto di Cartagena, in Colombia. Sei persone sono morte, almeno 23 sono rimaste ferite con ustioni di diverso grado, secondo il primo bollettino sulla tragedia, comunicato da fonti ufficiali. Non è ancora chiara la natura delle esplosioni, la polizia indaga per sapere se si tratti di un attacco o di un incidente. Secondo una prima ricostruzione, tre esplosioni, due delle quali nello stesso punto, hanno colpito il porto.

Nella prima esplosione, cinque lavoratori hanno perso la vita: si trovavano su una chiatta che stava essendo riparata presso la sede della Società per la Scienza e la Tecnologia. “L’esplosione della chiatta Tanquera lascia cinque morti e 17 feriti, che sono stati evacuati. L’evento si è verificato alle 10:33 presso il nostro complesso industriale Mamonal. Le persone stavano facendo lavori di manutenzione”, ha detto l’ammiraglio Jorge Enrique Carreño, presidente della Cotecmar.

Fonti ufficiali hanno riferito che “I feriti sono in trattamento presso i centri medici della città, hanno ricevuto il pieno sostegno delle autorità di evacuare, e cinque vigili del fuoco macchine sta gestendo l’emergenza”.
Una seconda esplosione è avvenuta alle 11:05 in un cantiere della stessa area, causando un morto e cinque feriti.