Strage a Times Square: nuove immagini mostrano momento dell’attacco

Ventiquattrore dopo il terribile attacco sferrato da Richard Rojas nel cuore di New York, continuano ad emergere foto e filmati che immortalano gli attimi drammatici con i quali il 26enne ha tentato di compiere la sua strage personale.

Non un attentato, come l’FBI ha più volte ribadito, ma l’insano proposito di una mente squilibrata, già soggetta a pericoli di degenerazioni violente. Nei vari frame che circolano in rete in queste ore, si può vedere distintamente l’auto dell’uomo sfrecciare impazzita sulla folla. Una 18enne è rimasta uccisa, mentre i feriti sarebbero almeno una ventina. Alyssa Elsman, questo il nome della giovane vittima, era una ragazza “brillante, divertente”, come ha raccontato il preside della sua scuola, Eric Alburtus.

Nessuno, però, è stato in grado di evitare l’accaduto nonostante i recenti campanelli d’allarme. Già nel 2008 e poi nel 2015, Rojas era stato arrestato per guida in stato d’ebrezza. Agli agenti che l’hanno ammanettato ha raccontato di aver sentito delle voci che gli comandavano di compiere una strage. Solo una settimana fa, inoltre, pare che Rojas avesse aggredito con un coltello il suo notaio, accusandolo di avergli rubato l’identità. Alcuni abitanti del Bronx, nel quale l’uomo viveva, hanno dichiarato che Rojas era un uomo gentile, che stava attraversando un momento molto difficile.