Brescia, moglie e marito morti carbonizzati nella loro auto: probabile suicidio

Ha tutte le caratteristiche di un doppio suicidio il fatto di cronaca avvenuto a Padenghe sul Garda, piccolo comune di circa 4500 abitanti in provincia di Brescia. Le forze dell’ordine hanno infatti trovato due corpi carbonizzati all’interno di un’automobile parcheggiata nel giardino di un’abitazione del centro bresciano.

Le vittime sono moglie e marito: lei aveva circa 80 anni, mentre il consorte più di settanta. Stando a quanto riferito dalle autorità locali, la coppia di anziani non aveva figli.

Secondo la ricostruzione effettuata dalle forze dell’ordine, i due anziani avrebbero dapprima appiccato il rogo all’interno della vettura e in seguito avrebbero deciso di farla finita insieme.

Il corpo senza vita della donna si trovava sul sedile posteriore dell’auto ritrovata carbonizzata dagli agenti. Le fiamme sarebbero state appiccate intorno alle 4.30 della notte. All’interno dell’abitazione della coppia non è stato trovato nulla di anomalo: la casa era perfettamente in ordine al momento dell’arrivo dei carabinieri, che sono giunti sul posto insieme alla polizia scientifica.

Tutto lascia pensare ad un gesto estremo da parte della coppia: gli stessi inquirenti sono propensi ad avallare l’ipotesi del doppio suicidio. Al momento viene quindi escluso il possibile coinvolgimento da parte di altre persone nella morte del settantenne e di sua moglie.