21 Maggio 2017: si festeggia San Vittorio martire

Il 21 Maggio la Chiesa Cattolica venera San Vittorio martire.

Le uniche, scarne, notizie che si hanno circa la vita di questo santo ci provengono dal Martiriologo Geronimiano, che lo citava il 21 Maggio insieme ad altri due martiri, Polieuto e Donato, ed insieme a questi ultimi è celebrato anche nel Martiriologo Romano.

Venerato da tutte le Chiese che ammattono il culto dei santi, è l’unico di essi a portare questo nome (dal latino Victorius, una variante di Victor “vincitore”), probabilmente fu un soldato romano che subì il martirio a Cesarea di Cappadocia.

Secondo la tradizione, nel 1703 le sue spoglie furono traslate dalla catacomba di Calepodio – una catacomba di Roma che si trova nei pressi nel moderno quartiere Aurelio -, alla chiesa del Convento di Sant’Antonio al Monte, a Rieti, dove sono ancora oggi visibili sotto l’altare maggiore.

Nonostante manchi una agiografia di questo santo, il suo culto ebbe grande diffusione in Italia, anche perché Vittorio fu il nome di numerosi sovrani e principi appartenenti alla Casa Savoia.

Da sempre San Vittorio viene invocato contro i temporali, in particolare contro i fulmini, contro la grandine e contro spiriti maligni.

MDM