Medico dell’INPS dava pensioni di disabilità in cambio di sesso con madri degli invalidi

È finito nei guai un medico dell’INPS di Valdichiana, provincia di Siena, dopo che si è scoperto che domandava prestazioni sessuali alle madri di alcuni disabili in cambio di ottenere rapidamente e senza problemi la pensione di invalidità. Il compito del professionista, un 66enne, era quello di assicurare trasparenza nella concessione degli assegni dell’INPS alle persone disabili. Egli approfittava della sua veste per molestare le donne che accompagnavano i figli ad effettuare la visita.

L’uomo cercava di carpire i favori delle donne, a volte addirittura palpeggiandole e toccandole mentre ‘visitava’ i pazienti. L’uomo, arrestato e licenziato dall’INPS, è al centro di un processo per concussione e violenza sessuale. Gli episodi contestati all’uomo risalgono fra il 2014 ed il 2015, e sono stati accertati in seguito ad intercettazioni ambientali ma anche telefoniche.

Secondo la giornalista Laura Valdesi, (il medico) “Non si faceva scrupoli neppure davanti ai bambini, costretti a ricorrere alla visita per gravi motivi di salute. Metteva in scena il copione di sempre con la loro mamma”.
Ora altri 6 casi sono arrivati davanti al giudice, e si sono aggiunti a quelli già oggetto del processo nei confronti del medico. A presto l’udienza.