I coniugi Celentano non si arrendono: creato nuovo sito per le ricerche

La scorsa settimana l’analisi del DNA ha confermato che Celeste Ruiz non è Angela Celentano e l’interpol ha pure scoperto che quel nominativo era solo fittizio (la foto apparteneva ad una psicologa messicana che lavora in Francia), eppure Maria e Catello (i genitori di Angela) non si danno per vinti ed hanno intenzione di  continuare le ricerche attraverso un nuovo sito.

La piccola Angela è scomparsa in circostanze misteriose nel 1996 quando, insieme alla famiglia, si trovava al Monte Faito. Da allora le indagini hanno condotto solo a false piste, l’ultima, quella che da poco si è conclusa, è partita dopo che un soggetto ha voluto dare false speranze a quei genitori che da oltre vent’anni vivono la loro vita in funzione del ritrovamento della loro unica figlia.

Dopo la mobilitazione della polizia italiana e di quella messicana, dopo l’intervento dell’interpol si è giunti alla triste scoperta che la foto apparteneva a Brissa, la psicologa messicana di cui sopra. La donna è stata avvertita dagli amici dopo l’ennesima puntata di ‘Chi l’ha visto?‘ che aggiornava i telespettatori sullo stato delle ricerche. Questi erano convinti che a sparire fosse stata lei, ma questa dopo averli tranquillizzati ha contattato i genitori di Angela sul loro sito.

La scoperta su quanto accaduto sette anni fa ha rappresentato un duro colpo per i coniugi Celentano ma questo non li fermerà dal perseguire la verità su quel giorno. Il nuovo sito, infatti, è stato creato allo scopo di spingere coloro che conoscono la verità su quanto accaduto quel maledetto giorno del 1996 a parlare, anche in forma anonima, perché il dolore, per quanto forte, non supererà mai la voglia di giustizia di questi genitori, i quali, se non dovessero mai riabbracciare la figlia, pretendono quanto meno di conoscere i particolari di ciò che l’è capitato.