Livorno, spinge fidanzatina giù dal parapetto: arrestato 17enne

E’ stato arrestato con l’accusa di lesioni gravissime, il 17enne che lo scorso 29 aprile ha spinto la sua ex fidanzata giù da un parapetto alto 4 metri, nella zona degli scali delle Pietre, in quartiere Venezia, a Livorno.

Un episodio che in un primo momento era passato come una semplice caduta. Sul luogo dell’incidente, infatti, non erano intervenuti neppure i Carabinieri. Tuttavia, i militari non avevano creduto alla versione fornita dalla giovane. Dopo essere stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico per asportarle la milza, la ragazza era rimasta in prognosi riservata per diversi giorni. Nessuna confessione, era arrivata a dipanare i dubbi. La giovane non aveva raccontato la reale dinamica di quanto accaduto neppure ai propri genitori.

E’ stato solo in seguito alla testimonianza di alcuni amici della coppia, presenti sul posto la notte dell’aggressione, che è stato possibile completare il quadro delle indagini. I ragazzi hanno raccontato alle forze dell’ordine come il 17enne, preso da un momento di rabbia, avesse spinto giù dal parapetto la ragazza.

L’aggressore aveva già diversi precedenti alle spalle. La sera in cui è avvenuto il fatto era sottoposto a misura restrittiva e doveva quindi trovarsi in casa. Raggiunto dai Carabinieri è stato arrestato.