Londra, attimi di panico: uomo armato di coltello arrestato a pochi passi dalla regina

Attimi di concitazione questa mattina a Buckingham Palace quando la polizia ha prima atterrato e poi arrestato un uomo in possesso di un grosso coltello a pochi metri dalla regina: intorno alle 10:40 (ora locale) la polizia che faceva il piantone al palazzo reale è stata avvisata che l’uomo che si stava avvicinando era in possesso di un coltello, gli agenti, preoccupati che questo fosse intenzionato a colpire la regina, lo hanno bloccato prima che potesse passare davanti ai cancelli da dove stava uscendo in quel momento la regina.

Dopo averlo immobilizzato ed arrestato, la polizia lo ha condotto in centrale per un interrogatorio, dal quale è emerso che difficilmente il coltello sarebbe servito ai fini di un attentato. L’avvenimento non ha interrotto gli impegni della regina che questa mattina si è recata alla Cattedrale di Saint Paul per la celebrazione del centesimo anniversario della fondazione dell‘Ordine dell’Impero Britannico.

In compenso l’allarme attentato ha fatto si che il governo britannico stabilisse la sospensione del classico cambio della guardia per tutta la giornata di oggi e quella delle visite guidate e di tutte le altre attività solitamente previste a Westminster (sede del parlamento britannico e luogo dell’ultimo attentato avvenuto a Londra).

Dopo l’annuncio in cui Teresa May comunicava il rischio di un imminente attentato a Londra: “Non possiamo ignorare la possibilità di un imminente attacco”, nelle strade inglesi è previsto l’arrivo di 3.800 truppe dell’esercito che avranno il compito di affiancare la polizia nel controllo delle strade.