Reggio Calabria, aggressione: in fin di vita Monsignor Costantino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:37

Ieri notte a Reggio Calabria Monsignor Costantino, parroco della chiesa del Divino Soccorso è stato aggredito a calci e pugni da un gruppo di 10 uomini che lo hanno poi lasciato in fin di vita davanti alla sua canonica.

Stando a quanto riportato sui quotidiani locali, ieri notte un gruppo di giovani ha forzato il cancello della canonica parrocchiale introducendosi nel cortile antistante la chiesa. Il parroco è stato svegliato dal rumore del cancello e dalle voci dei ragazzi, così, si è affrettato a scendere in cortile per affrontare il gruppo ed intimargli di andarsene. A quel punto i ragazzi, forti del numero,  hanno aggredito con violenza il parroco gettandolo a terra e massacrandolo con calci e pugni.

Dopo aver picchiato Monsignor Costantino per lungo tempo i ragazzi si sono accorti che questo non si muoveva più e, convinti di averlo ucciso, sono scappati dal terrore. Il sacerdote si trova adesso in ospedale in gravi condizioni ed i medici sostengono che ci sono poche possibilità che esca dal coma. Nel frattempo la polizia calabrese ha cominciato le indagini per capire sia i moventi dell’intrusione che quelli dell’aggressione (non è escluso che il parroco fosse un obbiettivo sin dall’inizio) così da poter individuare i colpevoli di questo brutale assalto.