Emma Marrone razzista? La prova consisterebbe nel fatto che “Non vuole esibirsi a Palermo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:03

 

 

 

 

Non vuole esibirsi a Palermo”. Queste sarebbero le parole con cui Emma Marrone è stata accusata di essere razzista e certo non da una persona qualsiasi. A pronunciare l’invettiva è stato, infatti, tutto il suo pubblico palermitano, deluso dal fatto che la cantante non si esibirà prossimamente nel capoluogo siciliano, come previsto dal tabellone dei concerti di Radio Italia.

La Marrone non ha solo spostato la data del suo concerto gratuito a Palermo (previsto per il prossimo 30 giugno), ma addirittura il concerto ha cambiato location per essere realizzato a Milano. Da Palermo a Milano, dunque, ma stavolta non è il titolo di un film di mafia come si potrebbe pensare. I fans palermitani, alla notizia, si sono subito scatenati ed in molti hanno asserito che la Marrone abbia spostato il concerto a Milano perché non avrebbe il piacere di incontrarli.

Non si è fatta attendere la replica della cantante, famosa anche perché la Marrone non è di certo una ragazza che le manda a dire. Emma ha voluto spiegare le sue motivazioni con un post pubblicato sul suo profilo instagram: “Lo spostamento della mia presenza da Palermo a Milano è dovuto a un mio impegno strettamente personale e non perché favorisco una città rispetto ad un’altra!! Mi scuso con @radioitalia per i messaggi sgradevoli che hanno ricevuto per questo motivo”. Pace fatta con i suoi ammiratori? Non proprio. Alcuni le hanno perdonato questo piccolo “sgarbo” ed altri, come spesso accade, hanno continuato ad indirizzarle messaggi non proprio carini.

Maria Mento