Roma, cinque bambine rom accerchiano e derubano un turista: fermate dai Carabinieri

Sono state fermate le cinque bambine di etnia rom che ieri a Roma hanno accerchiato un turista spagnolo, con lo scopo di derubarlo. Il turista era un 30enne, di origine spagnola, che ieri si trovava a Trastevere, in Piazza Gioacchino Belli. Mentre osservava il panorama, l’uomo si è trovato accerchiato da cinque bambine rom, di età compresa fra i 9 ed i 13 anni. Era stato derubato del portafoglio. I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Piazza Dante sono accorsi, in borghese, accanto all’uomo per fermare le cinque piccole ladre.

Le bambine, hanno accertato i carabinieri, erano domiciliate nel campo nomadi in Via delle Tortore. I militari le hanno inseguite sui mezzi pubblici e sono riuscite a fermarle nel momento in cui sono entrate in azione. Il turista è rimasto del tutto scioccato, perchè non aveva immaginato quale fosse l’intento delle ragazzine che si trovava a fianco. Poi i carabinieri l’hanno raggiunto e gli hanno spiegato. Nel portafoglio che le cinque ragazzine gli avevano sottratto c’erano i documenti, le carte di credito, e 600 euro in contanti. 

Le forze dell’ordine hanno accertato che le ragazzine avevano già dei precedenti di questo tipo: la più grande è stata portata al Centro di Prima accoglienza Minori, le altre ad altri centri di accoglienza. Sul loro conto è stata inviata un’informativa alla Procura della Repubblica per furto aggravato in concorso. 

Roversi Mariagrazia