Strage di Manchester, una casa in regalo ai due clochard che hanno soccorso i bambini

Mentre pian piano ci si cerca di riprendere dalla terribile strage di Manchester, tutta la città si sta mobilitando per aiutare Chris Parker, 33 anni e Stephen Jones, di 35 anni. I due sono due senzatetto che vivono in città, e che la notte della strage ad opera del kamikaze musulmano stavano rispettivamente chiedendo l’elemosina nel foyer dell’arena, mentre l’altro riposava poco distante.

Quando c’è stata la terribile deflagrazione, i due avrebbero potuto fuggire, dato che erano rimasti illesi: ma non l’hanno fatto. Si sono precipitati fra i feriti, hanno confortato coloro che piangevano ed hanno aiutato a togliere i pezzi metallici ed i chiodi dalle braccia.
Non li conosceva nessuno, fino a due giorni fa: ora i due senzatetto sono – meritevolmente – sulle bocche di tutti i cittadini di Manchester. Sono eroi, hanno contribuito a salvare bambini ed adulti dalla strage.

Non abbiamo una casa, ma abbiamo il cuore” aveva detto Parker. Ora per ringraziarli qualcuno si sta muovendo per trovar loro una casa. David Sullivan, co proprietario del West Ham United, si sta mobilitando per pagare una casa ai due uomini ed aiutarli a ricominciare una vita dignitosa. Nei siti di crowfunding stanno spopolando delle raccolte fondi proprio a favore dei due clochard: sono state raccolte più di 30mila sterline. Generosità chiama generosità.

Roversi Mariagrazia