Torino, bimbo di 8 anni muore dopo incidente in minimoto

Era caduto in curva prima di disputare una gara di minimoto ma le sue condizioni non erano apparse subito così gravi. Invece la situazione è peggiorata improvvisamente: Alessio ha lottato per tre giorni, ma alla fine il suo corpicino ha ceduto. E’ morto dopo 72 ore di agonia il bimbo di 8 anni caduto giovedì sulla pista di un impianto a Ferriera, una frazione di Buttigliera Alta (Torino), all’imbocco della Valle di Susa.

Il piccolo era stato ricoverato all’ospedale infantile Regina Margherita di Torino, dove i medici hanno fatto di tutto per salvargli la vita. Ma non c’è stato nulla da fare: il piccolo Alessio, originario di Rubiana – piccolo comune della Val di Susa – è morto per le gravi lesioni alla testa.

Nella brutta caduta il bambino aveva sbattuto la testa perdendo il casco. I genitori, distrutti dal dolore per la perdita del loro amato figlioletto, hanno dato l’autorizzazione per l’espianto degli organi.

L’incidente e il suo tragico epilogo hanno fatto tornare alla mente quanto accaduto al piccolo Marco Scaravelli, morto il 10 luglio 2016 dopo essere rimasto vittima di un incidente al Racing Park di Viadana, in provincia di Mantova. Il bimbo è deceduto sei giorni dopo lo schianto contro una cancellata al termine delle prove libere.