Coppia di Rom rapisce una 11enne per fargli fare sesso con loro figlio 16enne: arrestati

Terribile episodio in provincia di Isernia, dove una famiglia di origini rom ha rapito una ragazzina di soli 11 anni. La famiglia voleva costringere la ragazzina a fare sesso con loro figlio, di 16 anni, e quindi a sposarlo. La coppia di 50enni, secondo una prima ricostruzione, avrebbe cercato prima di convincere la ragazzina a fare sesso col figlio offrendole 3mila euro in contanti e diversi oggetti d’oro. Ma la ragazza ha sempre rifiutato.

Così la coppia ha pensato bene di rapire la ragazza: l’ha fatta salire sopra un’auto, e quindi l’ha portata in un albergo di Caianello, comune che si trova al confine con il Molise. La coppia voleva che l’11enne poi si sposasse con il loro figlio. La famiglia della ragazza è riuscita a sapere che cosa stava accadendo ed ha immediatamente avvertito i carabinieri, che si sono precipitati sulla zona rintracciando l’auto usata per il rapimento (che era stata abbandonata in un bosco al confine fra Campania e Molise).

I carabinieri hanno fermato madre, padre e il figlio 16enne, i quali hanno detto ai militari in qualche albergo avevano rinchiuso l’11enne. Adesso per la ragazzina è finito un incubo. Invece per la famiglia rom ci sono un po’ di accuse da affrontare: dal sequestro di minore alla tentata violenza sessuale. Il figlio 16enne della coppia è stato affidato ai familiari più vicini.

Roversi Mariagrazia