Lazio, trovato un lupo impiccato nelle campagne: ennesima barbarie

Ancora barbarie ai danni di un lupo. E’ stato trovato un altro lupo ucciso ed impiccato a Rieti, un altro episodio che allunga la serie delle violenze ai danni di questo animale: infatti non è la prima volta che questi animali vengono trovati uccisi, come rappresaglia per il fatto che si nutrono di bestiame. Ieri pomeriggio in forma anonima è stata recapitata una lettera con un’immagine all’associazione ambientalista Il Guardiano dell’Ombra.

La lettera conteneva un’immagine macabra, il lupo morto ed appeso per il collo. Il ritrovamento è avvenuto poi a Pendenza di Cittàducale, un paese in provincia di Rieti.
Il ritrovamento questa volta è stato particolarmente macabro; infatti sulla corda alla quale era impiccato l’animale c’era un biglietto il cui messaggio in sostanza era: “Mangiato pecore e vitelli e non abbiamo avuto nessun rimborso”. Il sospetto quindi è quello della ‘vendetta’ su un lupo dopo l’uccisione di alcuni capi dei greggi e delle mandrie degli allevatori locali.

L’episodio è al vaglio della polizia locale, che ha confermato l’avvenuto ed ha detto che si sta indagando per cercare i colpevoli. Ai volontari dell’associazione ambientalista Il Guardiano dell’Ombra è stato assicurato che le indagini per trovare i colpevoli del barbaro atto sono in corso.

Roversi Mariagrazia