Bimba di 3 mesi muore in ospedale, i genitori: “Le hanno messo un ago in vena, il cuore ha ceduto”

Alessia Murgia: è questo il nome della bimba di soli tre mesi che lunedì mattina è morta nella clinica pediatrica ospedaliera di Sassari, dove era ricoverata dalla sera prima. La Procura di Sassari ha aperto un’inchiesta ed ha requisito la cartella clinica, disponendo l’autopsia della bimba. Ma i genitori della bambina, Giancarlo e Tiziana Spanu, hanno già puntato il dito contro le infermiere, che secondo loro potrebbero essere responsabili della morte della bimba.

“Le hanno inserito un ago in vena e il suo cuore fragile ha ceduto” hanno detto i genitori. Alessia soffriva di una forma grave di cardiopatia congenita. La bimba era già stata al Gaslini, a Genova, dove aveva subito alcuni interventi chirurgici e poi era tornata assieme alla sua famiglia in Sardegna. Purtroppo la settimana scorsa le condizioni di Alessia sono peggiorate, così la famiglia l’ha portata in ospedale dove è stata ricoverata al reparto di neonatologia.

La bambina era stata sottoposta ad un prelievo di sangue, e quindi sarebbe deceduta. I genitori si erano opposti al prelievo. Ora nessuno è iscritto al registro degli indagati. Si dovranno attendere i risultati dell’autopsia per poter stabilire se c’è qualche responsabilità medica nella morte prematura della bambina.

Roversi Mariagrazia