Afghanistan, morti e feriti in un attentato durante il funerale del figlio di un senatore

Secondo il Ministero della Sanità afgano, sarebbero una ventina le vittime dell’attentato terroristico avvenuto durante il funerale di Salim Ezadyar, figlio del vicepresidente del Senato, morto durante uno scontro con la polizia a seguito di una manifestazione di protesta contro le condizioni di sicurezza irrisorie della cittadina di Kabul.

Al funerale era presente anche il premier afgano Abdullah Abdullah, che è rimasto illeso e in seguito portato al sicuro dal suo servizio di sicurezza.

Secondo le prime ricostruzioni, sarebbero state 3 le esplosioni che hanno squarciato con un boato il silenzio del corteo funebre, ma non è ancora chiaro se si sia trattato di esplosioni dovute a qualche autobomba o di altra natura.

Il portavoce dei talebani, Zabihullah Mujahid, ha diffuso un comunicato per escludere qualunque responsabilità dell’Emirato islamico nell’attentato.

Mario Barba