Treno si ferma per ore senza aria condizionata: due bambini in ospedale

Fermi per ore senza aria condizionata. Un vero e proprio incubo per i passeggeri del treno “Italo” partito da Napoli e diretto a Roma, considerate anche le temperature roventi di questi giorni.

Erano in quattrocento a viaggiare sul convoglio, quando lo stesso è rimasto bloccato tra Morolo e Anagni, in provincia di Frosinone. La causa del blocco è stata un guasto al treno.

Con la temperatura vicino ai 30 gradi e l’aria condizionata fuori uso, le condizioni all’interno delle varie cabine sono diventate molto presto infernali.

Un neonato di venti giorni è stato portato all’ospedale di Anagni, per accertamenti, mentre un bambino di tre anni, cardiopatico, è stato soccorso e trasportato in eliambulanza al Bambino Gesù di Roma.

Solo alle 17 i passeggeri bloccati sul treno partito da Napoli e diretto a Roma sono stati fatti scendere per poter salire su un altro treno, sempre di Italo, diretto nella Capitale (il tutto bloccando il traffico ferroviario, ndr).

Sul posto sono accorse in massa le ambulanze del 118 e i soccorritori, insieme ai carabinieri, ai poliziotti e ai vigili del fuoco, hanno prestato assistenza alla quattrocento persone rimaste prigioniere sui binari, rifornendole subito di bottigliette d’acqua. In tutto le ore di ritardo accumulate a causa del guasto sono state cinque