Terremoto magnitudo 3.9 in Abruzzo: scossa registrata vicino L’Aquila

Una scossa di terremoto di una certa intensità è stata registrata pochi minuti fa in Abruzzo. Il sisma, di magnitudo 3.9 della scala Richter, è stato localizzato alle 14.15 a poca distanza dalla città de L’Aquila, con epicentro a sei chilometri dai comuni di Pizzoli e Barete, a 9 da quello di Capitignano e 11 da Cagnano Amiterno e Campotosto. Si è trattato di uno dei più intensi terremoti delle ultime settimane in quanto è stata sfiorata la magnitudo 4, ed è stato distintamente avvertito dalla popolazione di molti comuni circostanti l’area epicentrale, anche in virtù di un ipocentro superficiale, localizzato a soli 13 chilometri di profondità.

 

La zona è soggetta a ripetute scosse sismiche quotidiane, parte di uno sciame che prosegue da mesi e che in alcune occasioni fa registrare terremoti che superano la magnitudo 3; in questo caso la terra ha tremato con una certa intensità in più, come del resto si può appurare seguendo l’hashtag #terremoto di Twitter, attraverso il quale stanno arrivando decine di segnalazioni anche dal Piceno e dal litorale. E’ possibile che nei comuni prossimi all’epicentro le persone abbiano momentaneamente abbandonato gli edifici per spostarsi precauzionalmente in strada; non è al momento chiaro se vi siano danni a cose o persone, seguiranno aggiornamenti. Alle 14.17 registrata una replica di magnitudo 2., stesso epicentro, a pochi chilometri da Pizzoli.

 

Non è stato l’unico terremoto di oggi: due scosse sono state registrate anche nelle Marche ed in Umbria: alle 2.49 un sisma di magnitudo 2.2 si è verificato a 4 km da Norcia, in provincia di Perugia. Poco dopo, alle 3.43, un altro terremoto M 2.0 è avvenuto invece a 2 km da Fiordimonte, nella provincia di Macerata; entrambe le scosse hanno avuto ipocentro a 10 chilometri di profondità.

Daniele Orlandi