Belgio: decine di nuove crepe scoperte nei reattori nucleari di Doel e Tihange

reattori nucleari in belgio
reattori nucleari in belgio

Una serie di ispezioni ad ultrasuoni effettuate nei reattori nucleari del Belgio hanno portato alla luce un notevole quantitativo di micro-crepe. Le centrali in questione sono quelle di Tihange e Doel all’interno delle quali sarebbero venute alla luce rispettivamente 70 e circa 300 crepe durante l’ispezione ad ultrasuoni effettuate nel mese di aprile sul reattore nucleare di Tihange 2 e lo scorso novembre nel serbatoio del reattore Doel 3, come riferito dall’agenzia di stampa Belga. Sulla vicenda è intervenuto il ministro belga degli interni, Jan JAmbon, che ha confermato la presenza di micro fessure nella centrale di Tihange dopo un’interrogazione parlamentare posta dal leader del gruppo di Verdi Jean-Marc Nollet, come riportato da Dw.

 

Non sono invece state ancora confermate dal ministro le crepe di Doel 3. L’operatore Engie-Electrabel che ha effettuato le ispezioni dietro incarico della Belgian Atomic Regulatory Authority ha confermato che, fintanto che non si espandono, le crepe non rappresentano alcun pericolo per le operazioni nelle centrali nucleari e che i difetti sono stati scoperti a causa di un ‘diverso posizionamento del dispositivo ad ultrasuoni’. Il gruppo ambientalista Nucléaire Stop ha criticato l’operatore Engie-Electrabel definendo irresponsabile che il reattore Tihange 2 sia ancora in funzione nonostante un netto aumento, pari al 2,22%, dei guasti. Nel febbraio del 2015 inoltre Fanc rilevò che 3.149 crepe erano state trovate nella centrale di Tihange e 13.047 a Doel. entro il mese di settembre l’operatore dovrà fornire nuova documentazion e dati sulla situazione.

 

Tihange si trova a soli 60 km dal confine tedesco, Doel a 150, ed i tedeschi che vivono nelle vicinanze del confine hanno esercitato pressioni sul governo per richiedere al Belgio la chiusura dei vecchi reattori sui quali si continuano a formare fessure e verificarsi perdite. I due reattori, 1.006 megawatt di capacità quello di Doel 3, 1.008 megawatt di capacità per Tihange 2, generano il 14% dell’energia prodotta dal paese ma hanno ormai 35 anni.

Daniele Orlandi