Inferno a Londra, incendio alla Grenfell Tower: ci sono morti, persone intrappolate. “Potrebbe crollare”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:23

È infernale quello che sta avvenendo dalle 2.00 circa (ora italiana) a Londra, alla Grenfell Tower, edificio residenziale di 27 piani situato a North Kensigton. L’edificio ha preso fuoco, non si capisce bene a che piano (forse al quarto) e non si sa il motivo, ma le fiamme nel giro di poco hanno completamente divorato l’intero edificio. Le foto dell’edificio in fiamme sono impressionanti. 

Le testimonianze su Twitter di coloro che hanno seguito in diretta l’incendio sono terribili: “’Sento grida d’aiuto mentre le fiamme divampano”, “E’ stato spaventoso, molto brutto, non ho mai visto nulla di simile, è proprio un incendio enorme”. Grida d’aiuto provengono da quell’inferno di cristallo che brucia da ore. Più di 200 Vigili del Fuoco sono accorsi per cercare di spegnere l’incendio. 30 persone sono state ricoverate in cinque ospedali per cause correlate all’incendio, ma non si conosce l’attuale numero dei dispersi. Purtroppo “Ci sono dei morti” ma “sul numero delle vittime non possiamo ancora esprimerci” come ha detto la responsabile dei vigili del fuoco.

Non è chiaro neppure quante persone si trovassero dentro l’edificio al momento in cui il rogo è scoppiato. Qualcosa poi non ha funzionato nell’allarme. “Sono state le grida della gente a salvarmi, non l’allarme anti-incendio, che non ha funzionato” ha detto uno dei residenti, Paul Munakr, alla BBC. Dai loro racconti si ipotizza che il focolaio dell’incendio possa essere stato al quarto piano. E’ dubbio sulla sorte di coloro che si trovano ai piani superiori. In tutto ci sono circa 500 persone nella torre. Il fatto è che nella torre vi potevano essere “centinaia di persone e la questione ora è stabilire quante fossero effettivamente presenti”. I media locali parlano di scene di panico e gente che si gettava dalla finestra.  Vi terremo aggiornati.

Roversi Mariagrazia

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!