Diele investe 48enne che muore sul colpo: accusato di omicidio stradale

Omicidio stradale aggravato: questa è l’accusa per l’attore Domenico Diele, 32 anni, volto emergente del grande e del piccolo schermo (in questo periodo stava recitando nel film ‘Una vita spericolata’), coinvolto in un incidente stradale nei pressi dell’uscita autostradale di Montecorvino Pugliano, nel Salernitano.

Diele, noto frattanto per aver preso parte al film ‘Acab’ e alle serie ‘Don Matteo’ e ‘1993’, guidava sotto l’effetto di sostanze stupefacenti: dopo l’incidente, che ha visto la morte della 48enne Ilaria Dilillo, il conducente è stato infatti portato all’ospedale di Salerno, dove è risultato positivo sia ai cannabinoidi che agli oppiacei

I problemi legati alla guida collegata al consumo di sostanze stupefacenti – secondo quanto riferito dalla questura di Salerno – sarebbero iniziati nel 2009, quando Diele si vide ritirare per la prima volta la patente, trovandosi obbligato a doversi sottoporre alle visite di rito che – fino allo scorso anno – hanno dato esito positivo (con tracce di droga nel sangue dell’attore).

La vittima dell’incidente, la signora Dilillo, è morta nell’impatto con l’asfalto in seguito allo scontro del suo scooter con l’auto di Diele. Per il padre della donna si tratta della seconda tragica perdita in poco tempo: qualche tempo fa era morta pure la moglie (e la signora Dilillo stava appena riprendendosi dal lutto).

Diele si trova attualmente rinchiuso nel carcere di Salerno – Fuorni e dovrà comparire davanti al Gip domani per l’udienza di convalida dell’arresta.