Povia risponde alle accuse mosse da Fedez al ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini – VIDEO

Dopo le accuse mosse al ministro dei Beni culturali Dario Franceschini ed alla moglie Michela Di Biase da parte del rapper Fedez, in cui, senza mezzi termini, accusava la donna di un conflitto di interessi in quanto lavoratrice presso un’azienda che gestisce alcuni immobili della SIAE, ecco arrivare la risposta di un altro cantante che prende la sua posizione sulla faccenda, Giuseppe Povia.

Fedez nell’aprile del 2016 aveva effettuato il passaggio a Soundreef, un’agenzia che si occupa dei diritti d’autore degli artisti che ha sede a Londra (fondata da due italiani), ma nonostante il passaggio ad un altra agenzia accusava la SIAE di “incassare in modo indebito i diritti su miei concerti. Hanno lanciato una propaganda del terrore verso gli organizzatori dei concerti per continuare a farsi versare le royalties. Non sanno con chi hanno a che fare: chiederò un decreto ingiuntivo per riaverli“.

Dopo la risposta della SIAE e del Ministro Franceschini, che vuole agire per vie legali dopo le accuse diffamatorie del rapper, arriva anche la risposta di Giuseppe Povia che tramite un video postato su Facebook dice a Fedez che il problema non si trova nel conflitto di interessi tra la Di Biase e la SIAE, quanto piuttosto da tutti quei poteri forti che, a detta del cantante, governano l’Italia e l’Europa intera e che rendono dei semplici burattini tutti i cittadini italiani.

Vi lasciamo al video di risposta di Povia: