Turchia, la teoria dell’evoluzione di Darwin non verrà più studiata nei licei

Il quotidiano turco ‘Hurriyet’ ha reso nota la notizia che a partire dal 2019 nei licei turchi la teoria dell’evoluzione di Darwin non verrà più inserita nel programma scolastico poiché ritenuta controversa.

Alpaslan Durmus, ministro dell’istruzione turco, ha espresso così la sua decisione: “Abbiamo deciso di escludere argomenti controversi, gli studenti hanno un’età inadatta a comprendere il contesto scientifico della questione. Lo studio di questa sezione sarà rinviata all’università.”

Nonostante questa sorta di riforma abbia già ottenuto l’appoggio del presidente turco Recep Tayyip Erdogan, sono state varie le critiche mosse dal mondo accademico, ricordando che solo l’Arabia Saudita ha escluso l’evoluzionismo come parte del programma scolastico.

In realtà il presidente Erdogan auspica uno Stato in cui i giovani siano portati a seguire i precetti religiosi piuttosto che quelli accademici; infatti recentemente, il ministero della Gioventù e dello Sport turco ha steso una sorta di lista nera di videogiochi ritenuti “islamofobi”,tra cui: Tekken, Call of Duty, Guitar Hero e Resident Evil.

Il gioco più assurdo che è stato introdotto nella lista nera è il classico PacMan, in quanto, secondo alcuni funzionari, consisterebbe nell’andare a caccia di donne musulmane coperte dal velo.

Mario Barba