Concerto Vasco, i telespettatori RAI contro il “commentatore” Bonolis. Ma la RAI non poteva mandare la diretta

 

 

 

 

 

 

 

Come si sa, nella giornata di ieri (1° luglio 2017) Modena è stata la protagonista assoluta di un evento epocale per la musica rock italiana, ospitando il concerto evento di Vasco Rossi. Circa 230mila sono state le persone paganti che sono intervenute affollando il Modena Park ore ed ore prima rispetto all’inizio di un’esibizione musicale che ha regalato ai fans un revival di tutti i più grandi successi del cantante.

Il primo canale della RAI ha dedicato all’evento uno speciale (mandato in onda proprio ieri sera) intitolato “La notte di Vasco”, regalando una finestra sul concerto evento a tutti coloro che, per diversi motivi, non hanno potuto raggiungere Modena pur avendolo desiderato. La diretta RAI, però, ha deluso le aspettative dei telespettatori: difatti, le canzoni intonate da Vasco sono state spesso interrotte dai commenti a bordo campo di Paolo Bonolis e dalla messa in onda di alcuni stralci di una sua intervista realizzata proprio con il rocker.

Il malcontento degli spettatori si è fatto sentire sui social networks e ha colpito in prima persona proprio Paolo Bonolis. Ingiustamente attaccato e a ben vedere: la Rai non poteva trasmettere il concerto evento per un motivo preciso, e si è limitata a fare un racconto di quanto stava succedendo a Modena.

Tantissimi altri, tra coloro i quali non sono potuti arrivare a Modena per prendere parte all’evento e che- contemporaneamente- non sono voluti rimanere comodamente seduti sul divano a vedere Vasco in tv, hanno acquistato il biglietto per assistere alla messa in onda integrale ed in tempo reale del concerto in circa 140 sale cinematografiche sparse su tutto il territorio italiano. Ecco spiegato il motivo del perché la RAI non avrebbe potuto mandare in versione integrale la diretta del concerto e ha optato per un racconto dell’evento e del personaggio di Vasco, intercalando il tutto con la presenza di Bonolis e della sua intervista.

Maria Mento