Venezia, anche i migranti contro l’arrivo di nuovi profughi: “Siamo già troppi”

Il 30 giugno a Cona, provincia di Venezia, è avvenuta una contestazione quanto meno particolare, che riflette il livello che il dibattito sui migranti ha raggiunto in Italia. Una 30ina di ivoriani, ospiti del centro per migranti di Conetta, ha protestato perché non vogliono che arrivino nuovi ospiti: ‘Siamo troppi’ hanno detto gli ospitati.

Negli ultimi giorni, il gruppetto ha letto giornali e tv si sono resi conto che presto sarebbero arrivati nuovi ospiti nel loro centro, a Cona. Alle 5 di pomeriggio, i migranti hanno iniziato a protestare ed hanno impedito al camion che consegna il cibo di fare ingresso. Si sono rivolti alla cooperativa che gestisce il centro e sono scesi in strada, finché è arrivato il vicario del prefetto a visitare il campo. 

La protesta ha riguardato solamente una 30ina di persone. Sul posto i funzionari della prefettura e le forze dell’ordine. “È paradossale, perfino i migranti si sono accorti che non possiamo fidarci del Governo. Ci hanno raccontato solo frottole” ha detto Panfilio.
Ieri a Catania è sbarcata una nave con più di 900 persone a bordo: anche nove morti durante la traversata. E si riaccende la polemica sull’ospitalità dei migranti. L’Italia ha già raccolto dalle coste libiche più di 80mila persone dall’inizio del 2017, le stime prevedono un arrivo fino a 200mila persone.

Roversi MG.