Bologna, trovato in un canale il cadavere del tredicenne scomparso

E’ stato ritrovato nelle acque del canale Emiliano-romagnolo il corpo senza vita di Hassain Sanad, il tredicenne originario del Bangladesh scomparso da giovedì sera a Budrio, nel bolognese.

Il giovane era uscito di casa verso le 18 senza più farvi ritorno. Nei pressi del canale erano stati successivamente rinvenuti lo zainetto e la bici di Hassain: un particolare che ha fatto subito scattare le ricerche da parte dei sommozzatori dei vigili del fuoco.

Il corpo del tredicenne è stato ritrovato a circa tre chilometri dal luogo in cui sono stati rinvenuti lo zainetto e la bici del ragazzino bengalese: sul suo cadavere non sono stati riscontrati segni di violenza. Per questo, l’ipotesi più probabile è che Hassain si sia immerso nel canale, magari nel tentativo di rinfrescarsi visto il gran caldo, oppure sia semplicemente scivolato: in entrambi i casi, il giovane non sarebbe poi riuscito a risalire.

Il papà di Hassain era rientrato a Budrio dalla Svizzera, dove lavora come cuoco: da subito aveva manifestato poca fiducia nel ritrovamento di suo figlio vivo. Il genitore ha spiegato che il tredicenne soffriva di diabete; inoltre, il papà di Hassain ha spiegato che il giovane non sapeva nuotare, quindi è improbabile che si sia immerso nel canale di sua volontà.