Imam 81enne condannato a 13 anni di carcere per abusi su ragazzine

imamUn imam di 81 anni è stato condannato a 13 anni di reclusione per aver violentato alcune giovani ragazze durante le lezioni di Corano in una moschea nel Galles. Mohammed Haji Sadiqque, questo il nome dell’imam incriminato, è stato dichiarato colpevole di almeno sei capi di imputazione e di otto episodi di violenza sessuale ai danni di quattro ragazzine di età compresa tra 5 e 11 anni, avvenuti tra il 1996 ed il 2006 presso la moschea ‘Madina’ di Cardiff, dove Sadiqque ha insegnato per oltre 30 anni. L’indagine è stata avviata nel 2006 dopo che due ragazze hanno presentato altrettante denunce contro l’imam che ha negato ogni accusa.

 

L’inchiesta è stata però sospesa fino al 2016, anno nel quale è stata riavviata, dopo le nuove denunce presentate da altre due vittime degli abusi. Mike Jenkin, portavoce del Crown Prosecution Service, ha dichiarato: queste donne hanno mostrato grande coraggio nel venire a parlare degli abusi che hanno subito per mano di Mohammed Sadiqque quando erano ragazzine. L’imam era una figura rispettata nella comunità, con una notevole influenza e potenza, il che rende il coraggio delle sue vittime ancor più ammirevole”. Nel mese di giugno la giuria ha dichiarato colpevole Sadiqque: dal canto suo l’imam ha continuato a negare le accuse affermando di essere vittima di una cospirazione ai suoi danni da parte di altri membri della moschea.

Daniele Orlandi