Un infarto stronca Nelsan Ellis, il Lafayette di “True Blood”

E’ morto a soli 39 anni Nelsan Ellis, attore americano protagonista della serie tv “True Blood”. A stroncarlo è stato un infarto. Ellis, come spiega la sua manager a “Hollywood Reporter”, è morto in seguito a delle complicanze causate da un’insufficienza cardiaca. “Era un vero talento e le sue parole e la sua persona ci mancheranno per sempre”, ha aggiunto poi la manager.

Il 39enne attore USA era diventato noto al grande pubblico per l’interpretazione del cuoco gay Lafayette Reynolds in “True Blood”. Ellis ha preso parte alla serie per sei anni, dal 2008 al 2014. Oltre al ruolo di Reynolds, il 39enne svolgeva anche la professione di attore teatrale e regista.

Quello di Lafayette Reynolds, uno spacciatore di sangue di vampiri, è stato il primo ruolo rilevante di Ellis. Il personaggio era così benvoluto dai fan che, nonostante il suo personaggio fosse stato eliminato nei libri da cui la serie è tratta, aveva continuato a esistere in tutte e sette le stagioni.

Tra i primi a manifestare tutto il dolore per la grave perdita proprio il creatore della fortunata serie televisiva, Alan Ball: “Nelsan era un talento unico con una creatività che non smetteva di soprendermi – le parole di Ball riportare da TGCOM – Lavorare con lui è stato un privilegio”.