Nuova Zelanda: terremoto di magnitudo 6,5 spaventa la popolazione

Una violenta scossa di terremoto è stata registrata stanotte al largo della Nuova Zelanda. Stando a quanto segnalato dai sismografi dell’IGNV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia), la terra ha tremato alle ore 9:00 (alle 2 ora italiana) con un’intensità pari a magnitudo 6,6 sulla scala richter.

L’epicentro è stato localizzano nella zona ovest dell’isola di Stewart, ad oltre 200 chilometri di distanza dalla Nuova Zelanda, ma è stato nettamente avvertito in tutto il centro sud del Paese. Città come Invercargill, Pahia, Owaka, Oban, Dunedin, sono state scosse dal tremore che ha attraversato queste zone. Non è stato registrata alcune vittima o feriti a causa del sisma, mentre pochi e di lievissima entità sembrano essere stati i danni provocati alle strutture.

Epicentro localizzato nei pressi del mar di Tasmania, nell’oceano Pacifico meridionale, mentre l’ipocentro è stato fissato a soli 10 chilometri di profondità. Ragione, quest’ultima, che spiega l’enorme risonanza che ha avuto nel Paese.