“Gatti bruciati per diffondere l’incendio sul Vesuvio”: la terribile notizia sconvolge l’Italia

Potrebbero essere stati usati dei gatti per diffondere il fuoco che da giorni divampa nel parco del Vesuvio, terrorizzando la popolazione. La notizia è stata diffusa dal parlamentare del Movimento 5 Stelle Paolo Bernini, il quale ha diffuso una foto dove sembra essere ritratta la carcassa di un gatto bruciato, all’interno del bosco. Il parlamentare penta stellato ha detto che ‘parrebbe aver utilizzato anche gatti vivi cui viene dato fuoco come innesco dell’incendio’.

“Ho appreso questa notizia dagli organi di stampa e, per questo, ho provveduto immediatamente a chiedere informazioni al Comando dei Vigili del fuoco perché se tale notizia venisse confermata, ci troveremmo di fronte a dei veri mostri, pericolosi evidentemente oltre che per gli animali e per tutta la biodiversità, anche per le altre persone” continua Bernini.

Non c’è alcuna conferma di questa terribile notizia. La foto choc che da qualche tempo gira sui giornali non è una prova che sia successa una cosa simile. 
Tuttavia rimane il grosso problema di questi enormi incendi, forse dolosi, che stanno creando degli enormi disagi alla popolazione che vive vicino al Vesuvio ed hanno anche distrutto buona parte del Parco, mettendo a rischio la biodiversità del luogo e la ricchezza naturale.

Roversi MG.