Nuova Zelanda, un uomo con il viso coperto da un tatuaggio non riesce a trovare lavoro

Un uomo con un tatuaggio sul viso che dice “DEVAST8” non riesce ad ottenere un lavoro.

Mark Cropp crede che il suo tatuaggio non lo faccia apprezzare dai potenziali datori di lavoro.

Il ragazzo si è trovato con il viso tatuato mentre si trovava in prigione ubriaco, all’interno del penitenziario di Christchurch, in Nuova Zelanda.

Ha detto al ‘NZ Herald‘: “Prima che me ne potessi accorgere lo avevo in faccia. Sono stato gonfio come una zucca sanguinante“.

È stato imprigionato due anni fa quando aveva 17 anni per rapina a mano armata ed è stato recentemente liberato.

Fu in realtà suo fratello che lo incoraggiò a farsi quel tatuaggio dicendo che avrebbe impedito agli altri detenuti di dargli guai.

Sempre al New Zeland Herald ha dichiarato: “Una volta, un impiegato addetto all’occupazione mi disse: ‘Non ti farò trovare un lavoro con quella cosa sulla faccia, non ti guarderò in faccia nemmeno una seconda volta‘.”

Ci sono state tantissime persone che mi hanno giudicato per via del mio tatuaggio; per questo ho preso la decisione di mettere quella foto su Facebook, per poter dire: “Io sono solo un essere umano normale, non dovete giudicarmi solo dal mio aspetto.

Mario Barba